Ancora buona vita Toscana medica

Stampa

ANCORA BUONA VITA TOSCANA MEDICA!

Il numero di luglio-agosto del 1989 di Toscana Medica aveva in copertina una bella immagine delle Apuane dal mare di Marina di Carrara. Un articolo su tre colonne a pagina 35 spiegava che a Firenze dal 16 al 20 maggio di quell’anno, Segretario Generale il professor Manfredo Fanfani, si era svolto il XV Congresso mondiale delle Società di Patologia Clinica.

A distanza di tanti anni il mio legame con una notizia che oggi presenta una valenza essenzialmente storica è ancora molto forte perché il resoconto di quella lontana riunione scientifica fiorentina rappresentava il mio primo contributo firmato apparso sulla Rivista grazie alla fiducia dimostratami dal Direttore responsabile Antonio Panti. Giovane neolaureato, iniziavo una collaborazione da allora mai interrotta e che oggi ancora prosegue. Tante pagine scritte, mille persone incontrate, articoli cercati e costruiti, incontri, dibattiti e forum descritti e raccontati lungo una storia professionale e umana che mi ha fatto conoscere da vicino volti e storie del nostro Ordine.

Non vorrei però che queste righe assumessero il sapore del ricordo e dell’assenza, anzi. Il passaggio sul web e l’abbandono della carta vogliono invece significare lo sforzo della Rivista per rimanere al passo con i tempi e con il vortice dei progressi che tutti i giorni investono i tanti ambiti della nostra professione: Toscana Medica, con le indicazioni del Direttore responsabile e del Consiglio, continuerà a essere, come sempre, il “mensile di informazione e dibattito” per i medici e gli odontoiatri di Firenze e Provincia. Il medesimo spirito dei fondatori adattato al futuro incombente dei nostri giorni.

Simone Pancani