Ansia scolastica

L’ansia scolastica in età evolutiva - Come affrontarla

Stampa

Sabrina MasettiSABRINA MASETTIPsichiatra psicoterapeuta, direttore scientifico Centro Clinico La Mongolfiera, Firenze

 

 

 

 STEFANO COSIPsicologo psicoterapeuta, direttore Centro Clinico La Mongolfiera, Firenze

 

La letteratura sul trattamento dell’ansia scolastica propone la terapia cognitivo-comportamentale in età evolutiva come trattamento d’elezione. Lo scopo è quello di insegnare a bambini e genitori strumenti terapeutici che, una volta appresi e utilizzati con regolarità, favoriscono il superamento del disagio ed evitano che si ripresenti in futuro.

 

Parole chiave: ansia scolastica, età evolutiva, terapia cognitivo-comportamentale


La letteratura sul trattamento dell’ansia scolastica propone la terapia cognitivo-comportamentale in età evolutiva come trattamento d’elezione.

Durante la terapia sono di fondamentale importanza il supporto e la collaborazione attiva dei genitori, ma ovviamente il loro grado di coinvolgimento varia in base all’età del bambino o dei ragazzi.

Lo scopo è insegnare a bambini e genitori strumenti terapeutici che, una volta appresi e utilizzati con regolarità, favoriscono il superamento del disagio ed evitano che esso si ripresenti in futuro.

L’idea di base è che il lavoro con i bambini o i ragazzi non consiste unicamente nell’eliminare i loro pensieri disfunzionali, ma anche nel rafforzare le credenze funzionali, che difficilmente nascono in maniera spontanea specialmente nel caso di bambini inseriti in un sistema in cui altri adulti significativi, con i loro pensieri disfunzionali, hanno molta influenza.

Le principali tecniche utilizzate sono:

 

sabrina.masetti72@gmail.com

Tags: