Toscana Medica -Agosto-Settembre-2019

T OSCANA M EDICA MENSILE DI INFORMAZIONE E DIBATTITO A CURA DELL’ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE Mensile – Anno XXXVII n. 8 agosto-settembre 2019 – Spedizione in Abbonamento Postale – Stampe Periodiche in Regime Libero - FIRENZE n. MBPA/CN/FI/0002/2018 – Aut. Trib. Fi. n. 3138 del 26/05/1983 AGOSTO/SETTEMBRE 8 Certificazione di malattia Mamma segreta Il post-trapianto di rene Attestazione di malattia del lavoratore dipendente Come funziona il certificato di malattia telematico Cosa devi fare in caso di malattia e assenza dal lavoro? In caso di malattia, vale a dire di un’infermità che determini incapacità temporanea al tuo specifico lavoro, è il medico curante ad attestare le tue condizioni e a trasmettere all’Inps il certificato di malattia telematico. Anche il medico libero professionista, cui puoi rivolgerti nei casi previsti dalla legge o dal tuo contratto di lavoro, può ri- lasciare il certificato di malattia telematico poiché dispone delle credenziali di accesso al servizio. Prendi nota del numero di protocollo del certificato ed, eventualmente, fatti rilasciare una copia cartacea. Controlla sempre la correttezza dei seguenti dati obbligatori di cui sei unico responsabile: • i tuoi dati anagrafici, • l’indirizzo di reperibilità durante la malattia. E' inoltre importante verificare la corretta trasmissione del certificato. A tale scopo, puoi visualizzare il tuo certificato e il tuo attestato (certificato privo di diagnosi) sul sito inps.it, entrando con le tue credenziali nei servizi on line (codice fiscale e Pin o Spid per consultare il certificato oppure codice fiscale e numero di protocollo per consultare l’attestato). È comunque valido il certificato cartaceo? Il certificato di malattia e l’attestato redatti su carta sono accettati solo quando non sia tecnicamente possibile la trasmissione telematica. In tal caso, sui documenti il medico deve inserire tutti i dati obbligatori (art.8 del DPCM 26 marzo 2008). Il certificato cartaceo va consegnato all’Inps (o inviato con R/R) entro due giorni, se sei un lavoratore privato che ha diritto all’indennità economica di malattia da parte dell’Istituto. Ricordati di comunicare il corretto indirizzo di reperibilità. Con le stesse modalità, l’attestato deve essere recapitato al datore di lavoro. Da quale giorno inizia la malattia? L’Inps paga la malattia soltanto dal giorno di rilascio del certificato. Il medico per legge non può giustificare giorni di assenza precedenti alla visita. Solo se si tratta di certificato redatto a seguito di visita domiciliare, l’Inps riconosce anche il giorno precedente alla redazione (solo se feriale), quando espressamente indicato dal medico. ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE La riospedalizzazione precoce

RkJQdWJsaXNoZXIy NTA4Njg=