Toscana Medica - Marzo 2020

T OSCANA M EDICA 3 / 2020 9 testatina qualità e prof sio e manenti, sottostimare un paziente sindromico impatta sulla qualità di vita, trattare un paziente senza un corretto inquadramento e senza le specifiche competenze esula dai percorsi diagnostici terapeutici assi- stenziali pediatrici. Il riscontro di una tumefazione muscolo-scheletrica in età evolutiva è un evento potenzialmente grave, con difficile diagnosi differenziale, che necessita di centralizzazione in centri specializzati e multidisciplinari. Il progetto EDY ( Early Diagnosis Young ) è stato voluto dalle Aziende Meyer e Careggi per dare una risposta real time e una global care al giovane paziente. Parole chiave: lesioni osso e parti molli, multidisciplinarietà, real time , global care Il Progetto EDY ( Early Diagnosis Young ) e la presa in carico immediata e multidisciplinare delle lesioni dell’osso e delle parti molli in età pediatrica Esperienza di collaborazione interaziendale al servizio del Sistema Sanitario Regionale e Nazionale di Giovanni Beltrami, Anna Maria Buccoliero, Leonardo Bussolin, Claudio De Filippi, Claudio Favre, Luisa Galli, Manuele Lampasi, Francesca Maffei, Daniela Massi, Marzia Mortilla, Massimo Resti, Angela Tamburini Giovanni Beltrami Laurea e Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia, Università degli Studi di Firenze. Stages di formazione in Italia e all’estero. 1997-2016: Dirigente Medico Ortopedia Oncologica e Ricostruttiva, AOU Careggi Firenze. 2016-2020 Responsabile della SOD di Ortopedia Oncologica Pediatrica, AOU Careggi. Dal 1° Febbraio 2020 è Professore Associato presso il Dipartimento di Scienze della Salute, Università degli Studi di Firenze. Dalla stessa data Direttore della SOC di Ortopedia e Traumatologia Pediatrica e della SOS di Ortopedia Oncologica Pediatrica, AOU Ospedale Pediatrico A. Meyer, Firenze Anna Maria Buccoliero Anatomia Patologica, AOUM, Firenze Leonardo Bussolin Anestesiologia, AOUM, Firenze Claudio De Filippi † Radiologia, AOUM, Firenze Claudio Favre Oncoematologia, AOUM, Firenze Luisa Galli Malattie Infettive, AOUM, Firenze Manuele Lampasi Ortopedia, AOUM, Firenze Francesca Maffei Psicologia Clinica, AOUM, Firenze Daniela Massi Anatomia Patologica, AOUC, Firenze Marzia Mortilla Radiologia, AOUM, Firenze Massimo Resti Pediatria, AOUM, Firenze Angela Tamburini Tumori Rari, AOUM, Firenze Le basi di EDY Le lesioni dell’osso e delle parti molli in età pediatrica sono un even- to relativamente frequente, con ri- scontro o di un’area di alterato se- gnale dell’osso o di una tumefazione delle parti molli. La scoperta può essere del tutto occasionale, nel cor- so di radiografie eseguite per altra patologia (ad es. traumatica) oppure può essere guidata da una clinica di dolore, impotenza funzionale, feb- bre, arrossamento o altro. Lo stesso dicasi per le lesioni delle parti molli, spesso scambiate per “ematomi” di presunti pregressi traumi. La diagnosi differenziale di queste alterazioni dell’apparato musco- lo-scheletrico è complessa e mul- tidisciplinare, frutto di esperienza professionale specifica, perché sono molte le malattie, i tumori benigni o maligni, le sindromi, le infezioni o le forme congenite e acquisite che possono coinvolgere l’osso, le articolazioni e le parti molli in età pediatrica. Misconoscere un tumore maligno impatta in maniera diretta sulla sopravvivenza del paziente, sotto- valutare un’infezione articolare de- termina esiti funzionali anche per-

RkJQdWJsaXNoZXIy NTA4Njg=